domenica 27 aprile 2014

E mentre stavo li, immobile, ad ascoltare le sue parole la mia anima era altrove.

Il suo cuore dolorante aveva smesso d'amare, ormai batteva solo per abitudine.

Era così abituata a sopravvivere alle dosi di veleno che la vita le dava che quando non ne riceveva provava quasi una sensazione di astinenza.

Ogni tanto prendo una brutta piega, forse perchè odio stirare e vivo la vita sgualcita.


Raccontami di te, confessami tutti i tuoi vizi, di cui valga la pena parlare.

Si nutriva di vecchi ricordi, speranze scadute e illusioni indigeste.

domenica 6 aprile 2014

Era piena di mistero come un fondale oceanico.


accetta le tue paure e combattile

E rimase immobile come un peluche su uno scaffale.

E finirà il giorno e arriverà quel malinconico ricordo a farti compagnia e passerai la solita notte di ordinaria insonnia.


La vita mi ha bruciato le illusioni, lasciando marcire le mie aspettative.

Di questo mondo strano scremo il marcio e tengo il bello.

Tutto quello che fai con il cuore sa d’amore.

Abbiate sempre la voglia di essere persone migliori.

Come se una gabbia potesse proteggere il cuore dalle pene d'amore.


Certe volte si compiono gesti senza motivo, senza pensarci, come calciare una lattina mentre si cammina. Lui l'aveva lasciata andare, come quando si apre la mano che stringe il filo di un palloncino, sai che lo perderai ma qualcosa ti spinge ad allentare la presa.. e come un palloncino lei era volata via.